Pensieri, Azioni, Riflessioni

La miscela è una ricetta, tostare è come cucinare

“Giusto il tempo di un caffè”, quante volte lo diciamo durante una giornata? Quanti ne beviamo! Il caffè unisce, è un argomento di condivisione popolare che merita però di essere studiato ed approfondito. Un viaggio che ho intrapreso da tempo, anche perché da buon napoletano ho un legame speciale con il caffè. Ripenso ai miei inizi in pasticceria da zio Gianni dove spesso ero addetto a preparare il caffè per i clienti: ecco, dietro un gesto che può apparire meccanico si nascondevano, e si nascondono ancora, arte e magia. 

Anche per questo ho deciso adesso di condividere  mia ricetta del caffè attraverso “Cinque Origini”. L’approccio è da chef: determinanti restano le materie prime e la loro combinazione. La miscela è una ricetta, tostare è come cucinare. Ed allora mi sono messo alla ricerca delle differenze che ci sono tra un chicco di caffè e l’altro per cercare poi di valorizzare…le “Cinque Origini” selezionate. Mi sono sentito stimolato ed arricchito dal confronto con la famiglia Rubino, proprietaria di Kimbo, ed ho deciso  di lavorare con loro per ottenere un caffè elegante e raffinato, che non fosse “allineato” o  “ruffiano”.

Qualcosa di diverso e per certi versi “rischioso”, un caffè ricercato. Ho optato per una miscela arabica ed una tostatura chiara che ne esaltasse le peculiarità delle origini scelte. Così abbiamo ottenuto un retrogusto di…. Sapori insoliti ma autentici, certamente diversi da quelli cui siete abituati. Un caffè raffinato ed elegante, come un vero signore napoletano.