Uno sguardo sul Mondo

“Cose che solo alla Festa…”

Festa a Vico, festa per tutti: per gli amici di sempre che l’hanno vista crescere ma anche per chi si è avvicinato per la prima volta magari incuriosito dal crescente fermento che c’è intorno alla manifestazione.

È stato bellissimo – ad esempio – vedere quanti stranieri abbiano partecipato alla diciassettesima edizione dell’evento. Il periodo, per Napoli e la costiera sorrentina, è molto felice dal punto di vista turistico e questo ha favorito un gran numero di “esordienti” tra le fila del variegato pubblico della Festa.

Giornalisti, blogger e semplici “food lovers” provenienti da tanti Paesi diversi hanno assaggiato, e in certi casi ammirato, i piatti degli oltre 400 chef della Festa, alcuni dei quali a loro volta provenienti dall’estero. Chi ha preso parte alla Repubblica del Cibo ha assaporato l’anima popolare della Festa mentre chi ha partecipato a “soSTAnza” ed alle serate successive ha raccontato poi a mondo della qualità e della ricercatezza del cibo gustato a Vico.

 

 

Lo chef Gennaro Esposito ha inaugurato un nuovo appuntamento, quello con la stampa straniera, al martedì – poco prima del pranzo delle promesse. L’occasione per svelare ai giornalisti provenienti dell’estero la magia dei suoi piatti e di Festa a Vico. Quella magia che può raccontare soltanto chi vive la Festa a pieno facendosi rapire dai suoi sapori, dai suoi colori. È stato il caso – ad esempio – di due giornaliste olandesi, una delle quali figlia del celebre ex calciatore Marco Van Basten, che ha ritrovato a Vico una amica di vecchia data come Licia Granello.

“Cose che…solo a Festa a Vico”, come ci piace dire sorridendo quando finita la kermesse ci ritroviamo per fare il punto della situazione con la consapevolezza di aver spostato per qualche giorno il baricentro della cucina italiana a Sud, in un territorio che adesso stanno riscoprendo anche tanti “forestieri”.